LA NOSTRA PROPOSTA: IL TELERISCALDAMENTO

TELERISCALDAMENTO

UNA SOLUZIONE STRUTTURALE PER L’AMBIENTE A TREVISO

teleriscaldamento

Una novità STRUTTURALE per l’ambiente: Treviso Civica propone la realizzazione una rete di teleriscaldamento, alimentata da una centrale termica situata presso la piscina comunale “Natatorium”.

Grazie al teleriscaldamento, un’unica centrale di calore potrà servire diverse utenze dei quartieri di Monigo, San Paolo e Santa Bona, anche situate a distanza di alcuni chilometri dalla centrale. I vantaggi di una tale soluzione sarebbero numerosi:

1) Maggiore efficienza energetica:

  • riduzione delle emissioni di CO₂;
  • maggiore indipendenza energetica;
  • un minore costo dell’approvvigionamento energetico, che evidentemente potrebbe comportare una maggiore possibilità di sviluppo economico.

2) L’utilizzo di un’unica centrale al posto di una moltitudine di piccole caldaie permetterebbe inoltre di ridurre notevolmente le emissioni nocive di ossidi di zolfo, ossidi di azoto e particolato.

3) Possibilità di migliorare l’infrastruttura idrica, banda larga e illuminazione.

Anche il singolo utente ricaverebbe notevoli benefici dal teleriscaldamento:

  • semplicità di connessione alla rete tramite un semplice scambiatore;
  • l’assenza di una caldaia installata all’interno della propria abitazione comporta maggiore sicurezza e minori costi di gestione e manutenzione;
  • viene anche eliminata la necessità del cosiddetto “terzo responsabile”;
  • si paga esclusivamente ciò che si consuma realmente;
  • nessun costo aggiuntivo per adeguare l’impianto;
  • possibilità di conversione o realizzazione di superfici calpestabili recuperate dall’eliminazione delle canne fumarie.

La rete di teleriscaldamento può essere realizzata in più fasi, a partire dalle tre strutture scolastiche presenti lungo viale Europa: il liceo scientifico “Da Vinci”, l’istituto tecnico per geometri “A. Palladio” e l’istituto tecnico turistico “G. Mazzotti”. Il risparmio complessivo stimato sarebbe di oltre 5390 Mwh di energia primaria l’anno (pari a circa 460 tonnellate di petrolio) e di oltre 1000 t di CO₂ l’anno. Per le singole abitazioni la riduzione dei costi sarebbe pari all’8%, mentre per utenti pubblici, case di cura e i condomini il risparmio può arrivare al 10%.

COS’È IL TELERISCALDAMENTO
Il teleriscaldamento è un sistema di riscaldamento a distanza, che permette di servire un quartiere o una città utilizzando il calore prodotto da una centrale termica, da un impianto di cogenerazione o da una sorgente geotermica. In un sistema di teleriscaldamento il calore viene distribuito agli edifici limitrofi tramite una rete di tubazioni in cui fluiscono l’acqua calda o il vapore.
Il teleriscaldamento è una soluzione alternativa, rispettosa dell’ambiente, sicura ed economica per la produzione di acqua igienico-sanitaria e il riscaldamento degli edifici residenziali, terziari e commerciali.
È indubbiamente utile un intervento di pianificazione regionale o provinciale che dia chiare indicazioni ai Comuni su come comportarsi rispetto all’opzione di pianificare urbanisticamente reti di teleriscaldamento.

A seguire, la rassegna stampa del nostro progetto:

RADIOVENETOUNO: http://www.venetouno.it/notizia/49630/teleriscaldamento-in-tre-quartieri-a-treviso

TRIBUNA DI TREVISO: teleriscaldamento tribuna

CORRIERE DEL VENETO:

Teleriscaldamento Corriere

GAZZETTINO DI TREVISO:

teleriscaldamento gazzettino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *