Archivi tag: periodico comunale

W Treviso

W Treviso: la lettera del Presidente del Consiglio Comunale Franco Rosi

In questi giorni è (dovrebbe essere) arrivato a casa vostra W Treviso, il periodico del Comune che informa i cittadini sulle attività dell’Amministrazione, un progetto a costo zero realizzato da G.S.E – QUI MAGAZINE con la copertura di sponsor. Se non lo avete ancora ricevuto, è stato attivato un servizio di customer care: basta contattare il distributore al 335 847 7877 o inviare una mail a [email protected].

Proponiamo qui di seguito la lettera che il Presidente del Consiglio Comunale, il nostro Franco Rosi, ha indirizzato a tutti i Trevigiani. Nella versione cartacea, il testo è pubblicati a pag. 34. Buona lettura.

Care Cittadine e cari Cittadini,

le elezioni Amministrative per rinnovare il Consiglio Comunale di Treviso si avvicinano.

Ritengo doveroso che ognuno di noi senta viva la responsabilità civile e politica verso la comunità nel contribuire alla costruzione del bene comune possibile per la Città. Mi sono riferito ad un dovere e non ad un diritto (sottinteso), perché partecipare alla vita politica cittadina significa assumersi una responsabilità anche verso la comunità. Significa contribuire alla costruzione di quel bene comune che è bene di tutti e non di nessuno. Per fare questo occorre occorrono la generosità, il coraggio e la creatività di ciascuno di noi per dare ricchezza al territorio e il territorio ci restituirà la creazione di posti di lavoro che oggi rappresentano la necessità fondamentale. Dobbiamo riavvicinare tutti i cittadini alla politica ed in particolare i giovani, ponendo grande attenzione alla tutela dell’ambiente per un vero benessere diffuso: la qualità dell’aria, la disponibilità di aree verdi, la lotta a tutte le forme di inquinamento. Noi viviamo una erra in cui il volontariato rappresenta un fiore all’occhiello, perché i Trevigiani hanno la generosità nel sangue. La stessa generosità va portata nella politica cittadina per una società più giusta in cui il merito vada a braccio con il bisogno.

Franco Rosi