Archivi categoria: solidarietà

VIOLENZA AL TREVISO PRIDE: SOLIDARIETÀ A CARNIELLI

INAMMISSIBILE L’AGGRESSIONE SUBITA DALL’ORGANIZZATORE DEL TREVISO PRIDE

Il branco all’una di notte ha accerchiato Simone Carnielli, coprendolo di insulti omofobi e schiaffeggiandolo

gay pride

un’immagine del corteo del Gay Pride, lo scorso 18 giugno a Treviso

Sabato 18 giugno almeno settemila persone (fonte della Questura) hanno invocato a Treviso l’allargamento di alcuni diritti agli omosessuali. Il Gay Pride è stata una manifestazione colorata, vitale, pacifica, molto partecipata. Richieste civili da parte di persone civili.

Apprendiamo con rabbia che l’epilogo della serata non è stato altrettanto civile.

Verso l’1:30 di notte, nei pressi del noto locale Bottegon a Porta San Tommaso, uno degli organizzatori del Gay Pride, il signor Simone Carnielli, è stato accerchiato, insultato, schiaffeggiato, terrorizzato da sei o sette individui. Con un unico obiettivo: la pubblica umiliazione. Pubblica perché a quell’ora il locale era ancora affollato, e nessuno degli presenti ha mosso un dito per difendere l’uomo. Dopo una giornata passata ad assistere impotenti alla festa di qualcun altro di diverso da loro, è scattata nella testa di qualche omofobo represso l’ora della vendetta,  da consumarsi vigliaccamente al buio.

Di fronte a quest’aggressione spregevole, TREVISO CIVICA ritiene fondamentale ribadire la necessità di non abbassare la guardia verso ogni atto di intolleranza e discriminazione, e di affermare ad alta voce che la violenza fisica e verbale non può essere assunta come strumento di vita politica.

Educazione, cultura e comunità sono i capisaldi su cui si fonda Treviso e, forti di questa identità solida e condivisa, bisogna crescere insieme, aprendosi al futuro. TREVISO CIVICA lavora per questo.

VISITE OCULISTICHE GRATUITE ALL’ISRAA

OCULISTICA GRATIS A DOMICILIO:

SOLIDARIETÀ NELLE CASE DI RIPOSO DELL’ISRAA

Altro bel traguardo raggiunto dal Consigliere Comunale Sossio Vitale

visite oculistiche gratuite

Dare nuova luce a chi ci vede sempre meno. E quindi visite oculistiche gratuite in loco per gli anziani residenti nelle case di riposo ISRAA, impossibilitati a muoversi.

È questa l’iniziativa promossa dal Lions Club Treviso Eleonora Duse, che ha finanziato l’acquisto di tutta la strumentazione necessaria per visite mediche specialistiche a domicilio, anche per quelle di grande difficoltà.

A controllare lo stato di salute degli occhi dei residenti all’ISRAA sarà il dottor Paciocchi, già primario del reparto di oculistica a Oderzo, il quale ha gratuitamente messo a disposizione le sue competenze. L’iniziativa è partita nel gennaio scorso e, ad oggi, circa 200 persone che non sarebbero state in grado di rivolgersi autonomamente agli ambulatori della Ulss hanno invece ricevuto un consulto oculistico, nonché le eventuali cure necessarie. I pazienti sono stati individuati direttamente dal personale dell’ISRAA, che conta 13 medici e 70 infermieri.

Così commenta il Presidente del Club “Eleonora Duse” e nostro Consigliere Comunale Sossio Vitale, vero artefice della lodevole operazione: “Per alcuni ospiti dell’ISRAA sarebbe impensabile andare all’ospedale. Quindi abbiamo pensato di mettere a disposizione un servizio, sfruttando anche la grande disponibilità del dottor Paciocchi, che presta la sua preziosa opera del tutto volontariamente. Si tratta di visite specialistiche che spesso servono a individuare patologie importanti, come cataratte, glaucomi o maculopatie, e da lì avviare dei percorsi di cura ad hoc”.

Molto soddisfatto anche il Presidente dell’ISRAA Luigi Caldato, che ha colto al volo l’opportunità offertagli dal nostro Consigliere: “Questa è una collaborazione importantissima, che unisce due eccellenze della città. Il nostro obiettivo rimane sempre quello di prenderci cura nel migliore dei modi di anziani e cittadini“.

40 anni della Polisportiva Santa Bona

Polisportiva Santa Bona

Premiata in Comune la Polisportiva Santa Bona

In 40 anni di attività 26 medaglie nazionali

La Polisportiva Santa Bona è una delle realtà più importanti ed encomiabili del nostro territorio Comunale. Nata nel 1946 a Santa Bona, quando tutto era da ricostruire, ha visto avviare il prestigioso settore della Lotta Greco Romana e Lotta Libera a partire dal 1976, grazie a quattro giovani che volevano lavorare per i giovani: Giovan Battista, Rino, Angelo e Roberto; 10 anni dopo, nel 1986, è stata inaugurata anche la sezione Pesi. Una società che oggi lavora a stretto contatto con i settori giovanili delle squadre di rugby e pallavolo, e con molte scuole medie ed elementari della provincia di Treviso, con operatori che prestano la loro attività non solo verso gli associati, ma anche nei confronti della parrocchia e del Quartiere.

In 40 anni di attività il settore Lotta e Pesi è diventato con 26 medaglie nazionali un faro per tutto il movimento regionale e italiano. Ieri il Sindaco Giovanni Manildo e il nostro Presidente del Consiglio Comunale Franco Rosi hanno premiato a Palazzo Rinaldi i ragazzi, l’allenatore di sempre Battista e il Presidente della società Leonardo Bon.

Un riconoscimento dovuto allo spirito di volontariato, di amicizia, rispetto reciproco, comprensione, passione e disponibilità: la Società Polisportiva Santa Bona è un pilastro per il proprio Quartiere e per la nostra città.