Archivi categoria: Legalità e giustizia

VIOLENZA AL TREVISO PRIDE: SOLIDARIETÀ A CARNIELLI

INAMMISSIBILE L’AGGRESSIONE SUBITA DALL’ORGANIZZATORE DEL TREVISO PRIDE

Il branco all’una di notte ha accerchiato Simone Carnielli, coprendolo di insulti omofobi e schiaffeggiandolo

gay pride

un’immagine del corteo del Gay Pride, lo scorso 18 giugno a Treviso

Sabato 18 giugno almeno settemila persone (fonte della Questura) hanno invocato a Treviso l’allargamento di alcuni diritti agli omosessuali. Il Gay Pride è stata una manifestazione colorata, vitale, pacifica, molto partecipata. Richieste civili da parte di persone civili.

Apprendiamo con rabbia che l’epilogo della serata non è stato altrettanto civile.

Verso l’1:30 di notte, nei pressi del noto locale Bottegon a Porta San Tommaso, uno degli organizzatori del Gay Pride, il signor Simone Carnielli, è stato accerchiato, insultato, schiaffeggiato, terrorizzato da sei o sette individui. Con un unico obiettivo: la pubblica umiliazione. Pubblica perché a quell’ora il locale era ancora affollato, e nessuno degli presenti ha mosso un dito per difendere l’uomo. Dopo una giornata passata ad assistere impotenti alla festa di qualcun altro di diverso da loro, è scattata nella testa di qualche omofobo represso l’ora della vendetta,  da consumarsi vigliaccamente al buio.

Di fronte a quest’aggressione spregevole, TREVISO CIVICA ritiene fondamentale ribadire la necessità di non abbassare la guardia verso ogni atto di intolleranza e discriminazione, e di affermare ad alta voce che la violenza fisica e verbale non può essere assunta come strumento di vita politica.

Educazione, cultura e comunità sono i capisaldi su cui si fonda Treviso e, forti di questa identità solida e condivisa, bisogna crescere insieme, aprendosi al futuro. TREVISO CIVICA lavora per questo.