Oggetto: assistenza sanitaria territoriale in Veneto.

Il D.L. 158 del 13/09/2012 (detto legge Balduzzi, allora ministro della sanità)  che stabilisce:  le   regioni   definiscono   l’organizzazione   dei   servizi territoriali di assistenza primaria promuovendo l’integrazione con il sociale,  anche  con  riferimento  all’assistenza  domiciliare,  e  i servizi ospedalieri, al fine di migliorare il livello di efficienza e di capacita’ di presa in  carico  dei  cittadini,  secondo  modalita’ operative  che  prevedono  forme   organizzative   mono-professionali, denominate aggregazioni funzionali territoriali, che condividono,  in forma strutturata, obiettivi e percorsi assistenziali,  strumenti  di valutazione  della  qualita’  assistenziale,  linee  guida,  audit  e strumenti analoghi, nonche’ forme  organizzative  multi-professionali, denominate  unita’  complesse  di  cure  primarie (in seguito “medicine di gruppo integrate”) che  erogano,  in coerenza con la programmazione regionale,  prestazioni  assistenziali tramite il coordinamento e l’integrazione  dei  medici,  delle  altre professionalita’ convenzionate con il Servizio  sanitario  nazionale……

Già nel 2010 il sindacato dei Medici di Famiglia (FIMMG) della provincia di Treviso aveva presentato una ipotesi di aggregazione degli studi a livello comunale e successivamente incentivato l’interazione tra professionisti sia attraverso un software di rete sia approvando le AFT per migliorare i livelli di assistenza.

La regione Veneto recepisce i contenuti della legge Balduzzi con il DGR 751 del 14 maggio 2015:

“Attuazione della Legge regionale 29 giugno 2012, n. 23 “Norme in materia di programmazione socio sanitaria e approvazione del Piano Socio-Sanitario Regionale 2012-2016”. Sviluppo delle Cure Primarie attraverso la diffusione del modello di Medicina di Gruppo Integrata, in attuazione della DGR n. 953/2013. Definizione del contratto di esercizio tipo per le Medicine di Gruppo Integrate. Deliberazione n. 127/CR del 3 ottobre 2013…….”

“Come previsto dal Piano Socio Sanitario Regionale 2012-2016 si implementa lo sviluppo delle Cure Primarie attraverso la diffusione del modello di Medicina di Gruppo Integrata, definendone il contratto di esercizio tipo e prevedendo forme transitorie a termine per una graduale estensione del modello su tutto il territorio regionale. Con il presente atto si propone di recepire l’Accordo con le OO.SS. della medicina generale convenzionata, stabilendo quanto indicato dalla Quinta Commissione consiliare………”

Negli anni successivi  i media, per voce di funzionari responsabili del settore sanitario, hanno più volte annunciato la nascita e diffusione di queste forme di assistenza.

A seguito della DGR 751/2015 la grande maggioranza dei medici di famiglia aveva aderito al progetto inoltrando alle rispettive Aziende ULSS  le relative domande corredate  del necessario piano operativo con obiettivi, tempistiche,  criteri di valutazione. Le Aziende ULSS della provincia hanno trasmesso quasi tutte le domande per la valutazione di fattibilità e per l’approvazione, con relativo finanziamento (già stanziato). Ma la brusca frenata della Regione Veneto, approvando poco più di 50 medicine di gruppo integrate (MdG-I) ha fortemente penalizzato i servizi ai cittadini, con poche aree di “serie A” e la maggioranza di “serie B” . Ad oggi il progetto è definitivamente tramontato, in un momento in cui si assiste ad una progressiva limitazione di prestazioni sanitarie, ad una dilazione dei tempi di fornitura, con reiterate ridefinizioni dei livelli essenziali di assistenza volte a contenere la spesa sanitaria, ed a un sempre maggiore ricorso a prestazioni in libera professione.

Incontra i candidati di Treviso Civica

Le elezioni politiche sono appena finite, ma per Treviso è già tempo di pensare alle prossime elezioni amministrative. È già tempo di presentare alla cittadinanza i prossimi candidati di Treviso Civica.

A maggio i trevigiani voteranno per il rinnovo del Consiglio Comunale e per l’elezione del sindaco di Treviso. Dopo 5 anni di attenta e puntuale collaborazione, Treviso Civica si schiera nuovamente al fianco del sindaco uscente Giovanni Manildo, con la convinzione di aver svolto un eccellente lavoro amministrativo, ma che molto sia ancora possibile realizzare nel prossimo quinquennio. Per questo compito, si sono già offerte come candidati tante persone di valore e straordinaria forza di volontà, con nessuna velleità al di fuori del bene comune di tutti i trevigiani. La lista non è ancora completa né definitiva, ma siamo sulla buona strada.

Ripartiamo dai nostri punti cardinali, che ci hanno guidato fin qui:

NORD: La Carta dei Valori di Treviso Civica: la nostra Stella Polare

SUD: La convinzione che PARTECIPARE È UN DOVERE

EST: La convinzione che PER PARTECIPARE OCCORRE INCONTRARSI

OVEST: La garanzia che AD OGNI INCONTRO DEVE SEGUIRE UN AGIRE CONCRETO

Per questo partiamo di nuovo – e come sempre faremo – da un incontro: vi invitiamo a conoscere meglio i candidati di Treviso Civica in un aperitivo VENERDÌ 16 MARZO alle 18.45 alla Proseccheria in via Pescheria 12/14, di fronte alla gioielleria De Wrachien.

rendiconto amministrativo

IL RENDICONTO AMMINISTRATIVO, QUARTIERE PER QUARTIERE

Per Treviso le elezioni non si sono concluse il 4 marzo: nel mese di maggio si terranno le amministrative, per scegliere il nuovo Sindaco e rinnovare il Consiglio Comunale.

Per scegliere con la testa, sarà fondamentale conoscere tutto ciò che l’amministrazione comunale ha realizzato in questi cinque anni: conoscere le opere concrete, concluse e in progress, è la base di ogni valutazione, in particolare in momenti in cui alla conoscenza dei fatti è più semplice sostituire promesse, proclami, distorsioni della realtà e peggio.

Come è cambiata Treviso in questi anni?

Quale città vorremmo per i prossimi?

E anche, o forse soprattutto: come prendermi cura della mia città?

Ne siamo responsabili in vari modi, oltre che con il voto: Treviso Civica crede che i cambiamenti partano da noi, dal nostro impegno di cittadini, dalle relazioni che creano idee e modi nuovi per far crescere la città. Lo dimostriamo con il nostro lavoro e vi chiediamo di darci una mano.

A partire da un’importante iniziativa dell’amministrazione comunale: una serie di incontri nei quartieri in cui verranno illustrate opere, attività e iniziative realizzate tra il 2013 e il 2018; al link http://www.comune.treviso.it/rendiconto-2013-2018/ trovate l’elenco completo delle iniziative e degli interventi, insieme al calendario sottostante. Andate a guardare, è utile rendersi conto di quello – e di quanto! – è stato fatto. E poi è bello, ne siamo fieri e vogliamo continuare!

Questo il calendario degli incontri (scusate se arriva tardi rispetto al primo):

  • Mercoledì 7 marzo – Scuola Anna Frank ore 20.30 – Sant’Angelo, Canizzano, Santa Maria del Sile (locandina in alto)
  • Giovedì 15 marzo – Istituto Mazzotti ore 20.30 – Monigo, San Paolo, San Liberale, San Pelajo, Santa Bona
  • Giovedì 22 marzo – Israa – residenza Rosa Zalivani ore 20.30 Fiera e Selvana
  • Venerdì 23 marzo – Teatro Sant’Anna ore 20.30 – Santa Maria del Rovere
  • Martedì 3 aprile – Sala Rotonda parrocchia di San Giuseppe – San Giuseppe
  • Giovedì 5 aprile – Parrocchia di San Lazzaro ore 20.30 – San Zeno, Sant’Antonino e San Lazzaro

Venite a conoscere il rendiconto dell’amministrazione, invitate altri a partecipare agli incontri, diffondendo il calendario, e soprattutto parlatene con amici e conoscenti.

Abbiamo imboccato una strada nuova per la nostra città: è importante proseguirla, migliorando, riconoscendo quanto ha migliorato strutture, servizi, qualità della vita e delle relazioni. Continuiamo a far crescere le persone, insieme all’erba, agli alberi e agli esseri viventi con noi.